La parola alle mamme

La testimonianza di mamma Francesca

Artù è entrato nelle nostre vite a dicembre 2008, è un cagnolino molto esuberante, non ha paura di nulla e se devo essere sinceraè stato sempre un pò viziato…

Lo portiamo sempre con noi, e se proprio lo dobbiamo lasciare lo lasciamo quasi sempre ai miei genitori, che hanno altri 2 cavalier Charlie e Lilli, almeno sta in compagnia e si diverte!
Quando abbiamo scoperto di aspettare un bimbo, non ci siamo fatti molti problemi, ci siamo detti “affrontiamo le cose mano a mano che si presentano, se ci sarà qualche problema lo risolveremo tutti insieme!” e così abbiamo fatto; man mano che si avvicinava la data del parto abbiamo cominciato a montare il lettino, il fasciatoio per dargli modo di abituarsi alla loro presenza (all’inizio appena montato si è fatto una bella dormita nel lettino!!! Sorridente ) e devo dire che è andata benissimo così perchè ha preso confidenza con tutte le novità senza stress.
Finalmente è arrivato il giorno in cui io e Giorgia siamo state dimesse dall’ospedale….mio marito era un pò dubbioso….aveva paura della reazione che poteva avere Artù…io al contrario ero molto tranquilla(poco prima della nascita di Giorgia avevo contattato un’educatore cinofilo che mi aveva dato qualche consiglio per favorire la loro “amicizia” ) e non avevo particolari timori.

Appena uscita sono andata direttamente a casa dei miei genitori così Giorgia ha potuto “conoscere” tutti e tre i cani di casa, all’inizio sono entrata io da sola, e mi sono dedicata a fare le coccole ad Artù visto che ero stata via per quasi una settimana…quante feste che mi ha fatto, non la smetteva più!! appena si è calmato e dopo avere salutato anche Charlie &Lilli ho detto a mio marito di portare dentro Giorgia…era nell’ovetto e l’ho lasciata a terra (nonostante la preoccupazione del tutto infondata di mio marito…) così ho dato la possibilità a tutti e tre di guardarla annusarla e anche leccarla!!!!!
Come presumevo, l’hanno guardata tutti e tre incuriositi…non riuscivano a capire cosa fosse, l’hanno annusata e poi si sono messi tranquilli ma senza mai perderla di vista….e così è stato tutto il giorno, la sera una volta tornata a casa l’ho rimessa a terra e sempre controllando, ho lasciato che Artù la “studiasse” un pò e facesse i primi approcci, è stato davvero divertente vedere come cercava di relazionarsi, le andava vicino e le ha portato persino uno dei suoi giochini in attesa che lei lo lanciasse….quando ha visto che non faceva nulla, si è messo tranquillo ed è venuto vicino a me in cerca di coccole….e così è cominciata la nostra avventura…i primi tempi era onnipresente, ogni volta che non vedeva giorgia veniva a cercarla e anche la notte ogni volta che la

sentiva piangere, si svegliava per controllare che tutto fosse a posto, per ogni cosa che facevo con lei, lui era sempre presente, (ogni volta che Giorgia mangia lui viene subito e si acciambella vicino a me in attesa di qualche carezza, quando le faccio il bagno viene anche lui a vedere, e le uscite con la carrozzina sono sempre uscite a tre!ed è davvero bello!!!) da subito è sempre stato molto protettivo con lei, e tutt’ora quando arrivano persone che lui non conosce non le fa avvicinare alla carrozzina, prima devono superare il suo esame per essere ammessi alla presenza di Giorgia! i primi giorni non sono stati facili, dovere dare retta in modo uguale alla bimba e ad Artù non è stato semplicissino….ma appena ho capito come mi dovevo comportare è andato tutto benissimo!!!! Abbiamo comunque dei piccoli accorgimenti : quando abbiamo ospiti o in generale quando arriva qualcuno, prima di tutto deve saluare e fare le coccole ad Artù e solo dopo a Giorgia, se portano un pensiero per lei, prima di entrare gli allunghiamo un’ossetto di modo che anche per Artino ci sia un regalo e poi noi cerchiamo sempre di dare uguali attenzioni ad entrambi.

A parte questo non abbiamo avuto problemi, a volte dormono insieme, anche se lei è ancora troppo piccola per poter giocare insieme, comincia ogni giorno di più a scoprirlo, lo tocca, ride appena lo vede, è davvero una gioia vederli insieme, vedere come interagiscono, la mattina Artù le fa un sacco di feste e lei ride di gusto!è diventato un piccolo baby-sitter provetto!!!

Holly, il baby-sitter di Amanda e Davide, i gemellini di Milena e Stefano

Holly sta per Hollywood… ma Holly da solo significa agrifoglio… presso l’antico sapere druido questa era una pianta che portava molta fortuna ed è cosi che dopo una settimana che il nostro dolce pelosone è entrato a far parte della nostra famiglia, sono rimasta incinta di Amanda e Davide… E’ stato da subito incredibilmente intelligente… Lui, come tutti i cavalier, è un festaiolo… appena arriva qualcuno in casa parte il comitato festeggiamenti e via con i salti addosso e le leccate, ma appena sono arrivati i bimbi quando qualcuno teneva in braccio uno di loro due era intoccabile… non un solo salto… una cosa davvero sconvolgente… nessuno glielo ha insegnato… Holly non è mai entrato nelle camere (su suggerimento dell’addestratore)… eppure appena arrivava qualcuno che non conosceva si precipitava in camera dei bambini per accertarsi che tutto fosse in ordine e poi usciva e si sedeva sulla porta della cameretta come a vigilare. Quando hanno iniziato a buttare per terra i loro giochi Holly non ne ha mai toccato uno… mai! Davvero incredibile! Da quando sono arrivati loro si va a passeggiare in 4… sempre… tutti i giorni… e lui è diventato più protettivo… un passo fa il passeggino e un passo fa lui… è davvero stupendo. Vederli giocare tutti e 3 insieme è meraviglioso… ti scalda il cuore… Davide prende un gioco di Holly glielo agita davanti e lui lo prende e Davide ride come un matto… quando si tirano su (in questo periodo stanno muovendo i loro primi passi) Holly è loro vicino e li lecca dolcemente e loro si sentono rassicurati e gli ridono in tutta risposta… Amanda spesso gli corre incontro e si mette a coccolarlo emettendo gridolini di gioia e Holly si fa accarezzare… davvero sono momenti unici!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • Vuoi essere sempre aggiornato?

  • Ti chiedo di non utilizzare o rielaborare il materiale pubblicato in questa sede senza consenso. "tutte le opere dell’ingegno di carattere creativo che appartengono alle scienze, alla letteratura, alla musica, alle arti figurative, all’architettura, al teatro e alla cinematografia, qualunque ne sia il modo o l’espressione”.

    «Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001»