“Standard”, chiacchiere in libertà!- Andrea Sabbatini e Ida Varrica per TIPRESENTOILCANE

Cavalier King Charles Spaniel – “Standard”, chiacchiere in libertà!

di ANDREA SABBATINI, in collaborazione con IDA VARRICA – Desideravo condividere con voi alcune informazioni sul Cavalier King Charles Spaniel (CKCS) che ho raccolto nel tempo ed in particolare volevo parlare, a grandi linee ed in maniera amatoriale, dello standard.
Ogni razza ha un documento ufficiale denominato “standard” che ne descrive le caratteristiche morfologiche e caratteriali. Lo standard non è un vademecum per identificare i difetti del nostro cane, ma al contrario ci permette di conoscerlo meglio e di apprezzarne appieno le doti.

Chi scrive lo standard? Lo scrive il Kennel Club (KC) nazionale del paese originario della razza, in collaborazione con la Federazione Cinologica Internazionale (FCI – www.fci.be ) per i paesi aderenti, e lo aggiorna periodicamente (10-15-30 anni, non c’è una regola, all’esigenza). L’ENCI è il KC italiano e quindi promuovere e scrivere lo standard delle nostre 16 meravigliose razze autoctone (http://www.enci.it/libro-genealogico/razze-italiane).
Il CKCS invece, come tutti sapete, è di origine inglese e quindi tutelato da The Kennel Club (www.thekennelclub.org.uk), il primo KC nazionale istituito al mondo, che non fa parte della FCI ma c’è mutuo riconoscimento, così come con il KC statunitense (AKC).
Conviene dunque scaricare lo standard sia in italiano che in inglese per poter cogliere ogni sfumatura

Il CKCS è utilizzato come cane da compagnia e nella classificazione FCI, che suddivide i cani in 10 gruppi in base ad una caratteristica generale, è collocato nel gruppo 9 “Cani da compagnia”. In Italia l’ENCI, per adempiere alle sue funzioni, si avvale di Associazioni Specializzate, che hanno il compito di tutelare le razze assegnate. Quella del nostro beniamino è il Club Cani da Compagnia (www.clubcanicompagnia.it).

Dopo questo preambolo andiamo al cuore dello standard: l’ “Aspetto Generale”. La più importante di tutte le sezioni di uno standard e ad essa le altre

sezioni fanno riferimento. Cosa c’è scritto: “Attivo, grazioso e ben proporzionato, con un’espressione gentile” . C’è tutto! Vi invito a tenere a mente la dicitura “espressione gentile”, che è una delle caratteristica principale di tipicità del CKCS.

Continua a leggere

Related Post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *