Giochiamo insieme?

Giochiamo insieme?

Scritto da Elisa Forte, educatrice cinofila “– FidelityDogs-

Come saprete tutti, il gioco è FONDAMENTALE nella vita del cane, sia che si tratti di gioco con altri cani, sia che si tratti di gioco con i componenti umani del branco. Innanzitutto la prima cosa che mi viene da dirvi è di OSSERVARE il vostro cane e cercare di capire quali sono i giochi che ama fare particolarmente e cosa cerca di dirvi in quei momenti..mettetevi nella sua prospettiva e se questo significa buttarvi a terra…fatelo!
il gioco nel CavalierQuesto aspetto importante non deve mancare mai, nemmeno quando il cane è adulto..anzi è un modo per migliorare in continuazione il vostro rapporto, per ravvivarlo, aumentare la complicità, rendervi interessanti agli occhi del vs amico a 4 zampe, insegnargli competenze nuove, appagarlo mentalmente e dargli fiducia, sicurezza e autostima. Ma nello stesso tempo attraverso il gioco gli possiamo insegnare alcuni comportamenti utili (ad es, durante il gioco il cane si sovraeccita e comincia a strappare i nostri vestiti? Sarà sufficiente interrompere ogni attività, diventando passivi di fronte a lui per far sospendere al cane questo comportamento indesiderato, la ripresa da parte nostra del gioco rappresenterà il suo premio per essere riuscito a controllarsi).
E’ vero che vale la regola generale che il gioco deve essere sempre iniziato e interrotto da noi, ma in realtà non bisogna essere così fiscali in questo….innanzitutto bisogna imparare a conoscere il cane che si ha davanti…ci sono cani che amano davvero giocare e il loro fine è esclusivamente ludico e non userebbero mai il gioco per “scavalcare” la posizione sociale del padrone (come ad esempio i miei cani), altri cani invece usano il gioco come secondo fine, ma vi assicuro che sono pochi e solo nelle razze altamente competitive può capitare. Inoltre se con il nostro cane abbiamo stabilito un’ottima relazione al di là del gioco, abbiamo impostato una buona educazione e siamo stati in grado di farci accreditare ai suoi occhi come il suo punto di riferimento principale e la sua guida..non sarà di certo quella volta che assecondiamo il cane che ci chiede di giocare insieme che perdiamo tutta la nostra credibilità! La cosa che è veramente importante invece è insegnargli a non essere insistente nella richiesta del gioco e a fargli capire quali sono i momenti in cui è possibile giocare insieme e quando invece non è possibile. Quando si gioca insieme si useranno determinati giocattoli o strumenti, quando invece il cane giocherà da solo ne avrà altri a disposizione e noi non dovremo interagire con quelli.
Ma, ora venendo nel pratico, quali sono i giochi che si possono fare insieme? Ce ne sono di diversi ed è bene variare per non annoiarci mai (ovviamente facendo solo quelli che piacciono ad entrambi, senza forzature o altro)
RIPORTO:Il padrone lancia un oggetto, il cane va a prenderlo, lo riporta e il gioco continua.

Anche qui bisogna osservare il proprio cane e capire cosa gli piace di più..la cosa ideale sarebbe che il cane riportasse il gioco e lo lasciasse a noi, segno di estrema fiducia, ma ci sono cani che adorano fare il tira e molla con il proprio padrone dopo avergli portato il gioco, segno comunque di condivisione e di fiducia, lo fanno anche come una forma di scarico di eccitazione, a patto che però se gli chiediamo di lasciarlo lo facciano senza problemi. Ci sono anche cani che amano farsi rincorrere e rincorrere il padrone con l’oggetto in bocca, salvo poi lasciarlo e aspettare che gli venga tirato nuovamente. Tutto sta appunto nel capire quando questo è permesso..e soprattuto le varianti del gioco le inserirei forse dopo avergli insegnato il riporto base e il lascia.

Ciò che invece non dovrebbe succedere è che il cane si prenda il gioco e se ne vada e si metta a giocare da solo o a rosicchiarlo oppure che si metta seduto lontano con il gioco in bocca aspettando che il padrone vada a prenderlo. Ricordiamoci, il riporto è un gioco altamente sociale!!
PREMESSA: il gioco del riporto è preferibile farlo fuori casa, x evitare che il cane scivolando sul pavimento si faccia male.
gioco del cavalierIL TIRA E MOLLA: questo gioco ha un importante significato..a differenza di quello che si crede comunemente, è un gioco che può essere fatto con quasi gioco del cavaliertutti i cani (ad eccezione di quelli con gravi problemi comportamentali, quali aggressività), ciò che conta è il COME viene fatto…con cani particolarmente sicuri di sé, che si sovraeccitano facilmente, che non hanno l’autocontrollo, ecc andrà fatto in un modo, con cani timidi e insicuri andrà fatto nel modo opposto per aiutarli ad aprirsi. Se gestito bene NON è un gioco pericoloso, un cane equilibrato e con un buon rapporto con il proprio padrone è benissimo in grado di rendersi conto che è solo un momento ludico e come tale lo vivrà. Ovviamente vale sempre l’accortezza di insegnargli a lasciare il gioco quando gli viene richiesto.
Sia nel tira e molla che nel riporto è bene ricordarsi di NON STRAPPARE mai il gioco dalla bocca del cane, ma insegnargli a lasciarcelo di sua iniziativa; in questo modo sarà incentivato a farlo sempre di più..al contrario se glielo strappiamo perderà fiducia in noi e non ce lo lascerà più.
RINCORRERE IL CANE O FARSI RINCORRERE? Anche questo gioco è particolarmente amato dalla maggior parte dei cani e non ci sono regole gioco dei cavalierprecise…fatelo come più vi piace! L’unica “regola” è quella di alternarvi nella rincorsa: anche i cani si alternano quando giocano tra loro se ci fate caso! Scatti, deviazioni di direzione, corse dritte, capriole, buttarsi a terra, nascondini, ecc sono tutti ammessi! L’importante è che invece quando c’è una situazione di pericolo, oltre ad insegnare un buon richiamo al proprio cane, non dovete MAI correre verso di lui..e questo non perché penserà che state giocando (i cani sanno distinguere benissimo il momento del gioco da uno di pericolo), ma perché potrebbe spaventarsi e allontanarsi ancora di più..al contrario, se gli avrete insegnato che rincorrervi è bello e gratificante, potrete usare questa tecnica anche nelle situazioni in cui il richiamo tentenna.
I GIOCHI DI ATTIVAZIONE MENTALE: giochi molto molto utili in quanto insegnano al cane che può arrivare alla risoluzione di determinati problemi in  modo autonomo e indipendente dal proprietario, accrescendone l’autostima, senza però perdere l’interesse e il desiderio di relazionarsi con questo dato che i giochi vengono sempre proposti e sorvegliati dal conduttore. Non bisogna pensare, infatti, che fare attivazione mentale possa essere un buon modo per tenere impegnato il nostro cane mentre siamo al lavoro o mentre siamo presi da qualche attività. Durante lo svolgersi degli esercizi dobbiamo sempre sorvegliare, osservare, studiare e “scoprire” il nostro cane; solo in questo modo questa attività potrà essere davvero utile sia al nostro compagno sia a noi. L’attivazione mentale fa si che il cane possa migliorare le sue abilità,abituandosi a utilizzare in modo efficace non solo la bocca ma anche il muso e le zampe, inoltre visto che la risoluzione dei giochi non è così semplice ed istintiva, il cane migliora la fiducia in sè stesso e impara a controllare le sue emozioni. Il cane tramite questi giochi si diverte, si stanca mentalmente e si sente appagato in quanto grazie alle sue intuizioni raggiunge un premio per lui prelibato. Affina la sua capacità di apprendere in quanto impara a risolvere i problemi in modo sempre più mirato, utilizzando le capacità apprese e riducendo il numero di tentativi nulli. I giochi per l’attivazione mentale possono essere normali oggetti presenti in tutte le case tipo scatoloni di cartone, scatole di pastiglie per la lavatrice, vasi di plastica per piante, scolapasta, bambini ecc o possono essere acquistati. Per far si che questo gioco sia fruttuoso e non scoraggiante per il cane è fondamentale proporre sempre un gioco alla volta, partendo da quello più semplice per arrivare progressivamente, mano a mano che le abilità del cane aumentano, a quelli più complessi.
GIOCHI ESPLORATIVI: durante le passeggiate, è molto bello esplorare insieme il posto e farlo in maniera allegra e accattivante fa si che il cane, anche se annusa ed è concentrato sull’ambiente, nello stesso tempo sviluppa una certa relazione con noi e impara ad ascoltarci anche quando è sommerso da tanti stimoli invitanti….trovate un tronco per terra? Esploratelo insieme e vedete cosa ci trovate dentro..c’è un grosso masso lungo la strada? Mettetevi a carponi e scoprite cosa c’è dietro..fate buche insieme..trovate una lucertola? Inseguitela insieme..ci sono tante foglie per terra? Spostatele per vedere cosa si nasconde sotto..al cane piace tantissimo questo tipo di attività in quanto viene soddisfatto il suo bisogno naturale di esplorare e farlo insieme a noi gli insegnerà ad aumentare fiducia in noi e a migliorare la nostra relazione.
PASSATEMPI: è una giornata particolarmente impegnativa per noi e abbiamo poco tempo per giocare con il nostro cane? Se succede di tanto in tanto non preoccupatevi..i cani sanno aspettarci!Nel frattempo potete lasciargli qualche gioco passatempo in modo da ammazzare la noia ed evitare che faccia danni per casa: ad esmpio il kong in cui infilare i premi, o meglio ancora preparare una pasta compatta fatta di un miscuglio del suo cibo abituale con formaggio, premietti, ecc, infilarla in questi giochi e metterli poi nel frezeer..quando lo date al vostro cane (magari tiratelo fuori una ventina di min prima per non darglielo proprio ghiacciato) ci perderà tantissimo tempo per svuotarlo e nello stesso tempo si stancherà molto e si rilasserà..analoga funzione hanno i nervetti, tendini e altre carni essiccate e anche il mezzo corno di cervo. Altrimenti una variante è una bottiglia di plastica forata ai lati o palletta forata e premietti secchi infilati dentro, il cane dovrà muovere questa bottiglia o palletta fino a che non escono tutti i premi.
il gioco con il cavalierGIOCHI DI FIUTO: sono altamente appaganti per il cane in quanto si sfrutta la sua naturale predisposizione ad usare il naso e lo stanca moltissimo, considerate che 15 min di lavoro olfattivo equivale a 2 ore di corsa sfrenata al parco! Questi giochi possono essere fatti sia in casa che fuori, basta iniziare per gradi. Il vostro cane si appassionerà moltissimo a questo gioco diventando sempre più abile e soddisfatto mano a mano che le difficoltà aumenteranno, e tutto questo darà anche a voi un profondo senso di gratificazione. I giochi di fiuto possono essere mirati anche alla ricerca di oggetti, che all’inizio dovranno essere noti al cane, o alla ricerca di persone, iniziando dal proprio conduttore. Facendo i giochi di fiuto si inseriranno alcuni esercizi di autocontrollo e di ubbidienza di base (ad es il fermo)
gioco del cavalierTRICKS: Il tempo è brutto..piove e non si può uscire? Non disperate, è il momento migliore per insegnare al vostro cane a giocare con voi in maniera differente…tricks, giochi di attivazione mentale e lavori olfattivi si prestano molto bene in tal senso! Cosa sono i tricks? Sono esercizi più o meno complessi attraverso i quali il cane può acquisire diverse abilità sia fisiche che mentali. Non solo, attraverso i tricks: – si rafforza tantissimo la relazione del binomio cane-padrone, – aumenta la capacità di concentrazione del cane, – aumenta la fiducia nel proprietario, – aumenta l’autostima e la fiducia in sè. Inoltre un cane che è abituato ad usare nella maniera corretta la testa è un cane appagato e non presenterà problemi comportamentali. Se ci pensate, in natura gli animali sono costretti a ragionare e a trovare in continuazione strategie per sopravvivere, in un ambiente domestico purtroppo non vengono stimolati in questo senso e spesso incalano la loro immensa voglia di fare in comportamenti indesiderati.
Infine….è un modo divertentissimo per passare del sano tempo insieme, non trovate??
Concludendo….lasciatevi andare nel gioco, senza dimenticarvi le regole di base, e scopritevi reciprocamente..sarà molto divertente! Una volta finito il gioco, di qualunque tipo esso sia, inseriremo una parola di fine (“basta”, “stop” “off” quello che volete), daremo un premio e metteremo via il gioco. In questo modo il cane capirà cosa gli stiamo comunicando. E’ molto importante far riposare il cane dopo il gioco in modo da lasciargli meglio impresso in mente ciò che ha imparato.

Nelle foto avete potuto ammirare: Emerald, Kilian, Angie(dolcissima intrusa), Mila e Lilli. Vi ricordo che è vietato utilizzare le immagini contenute nell’articolo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *