La nascita dell’allevamento Craigowl in UK

Intervista con Norma e Gordon Inglis – Craigowl Cavalier, allevamento in UK

di Daniela Bellanca

Traduzione di Claudia Negrelli Edwards

Umili origini

Nonostante tutte le preghiere sia a me che a Gordon é stata negata la possibilitá di avere un cane quando eravamo bambini. Ci siamo dovuti arrangiare con pappagallini, criceti e pesci rossi. Quindi abbiamo avuto molto tempo per recuperare. Nel 1972, poco dopo esserci sposati, abbiamo acquisito una cagnetta blenheim Melbar Anthea (Amber) che era principalmente del vecchio allevamento Pargeter.  Come per la maggior parte delle persone il nostro primo cavalier é stato acquistato come cane da compagnia. La nostra scelta non é stata determinata dalla ricerca di quale tipo di cane avrebbe soddifatto meglio la nostra situazione; e’ stato semplicemente un caso di amore a prima vista! Ne siamo rimasti colpiti e poco sapevamo allora che l’arrivo di Amber avrebbe segnato la nostra vita per i prossimi quarant’anni.

Siamo entrambi scozzesi e vivendo allora in Scozia ci siamo iscritti allo Scottish Cavalier Club poco dopo avere acquisito Amber e siamo andati, come spettatori, ad una delle loro manifestazioni di campionato. Eravamo come bambini in un negozio di caramelle. Che meraviglia, abbiamo pensato, vedere così tanti cavaliers in un posto solo. Debbono essere stati almeno un centinaio. L’idea di mostrare il nostro cane tra tutti quei “professionisti” non ci ha neppure sfiorato la mente, perché eravamo troppo occupati a goderci ogni momento che passavamo con Amber. Ci seguiva ovunque, e a quell’epoca, quarant’anni fa, non avevamo la macchina per cui usavamo i mezzi pubblici. Era inclusa in quasi tutto quello che facevamo.

Ben presto cademmo nella trappola di pensare che i Cavalier dovessero vivere in coppia così nel 1973 aggiungemmo una cucciola ruby di Pamojill Tabwentaicome compagna per Amber. L’abbiamo chiamata Honey e suo padre era un tricolore, CH Mr Softie of Pantisa. I suoi allevatori, gli Stewart di Edimburgo, ci suggerirono che ci sarebbe potuto piacere portarla ad una mostra quando fosse stata abbastanza grande, ma in quel momento non demmo loro molta importanza. Con il passare dei mesi ci tornò alla mente il suggerimento degli Stewart e così, da novizi, partimmo per mostrarla allo Scottish Club’s Member’s show dove Diana Schillizi (Chacombe) era giudice. Malgrado fosse Gordon a tenere il guinzaglio Honey arrivò seconda nella sua categoria. Da quel momento fummo ossessionati. Fu proprio la possibilità di vedere un gran numero di Cavaliers che ci convinse a partecipare ai campionati e ben presto incominciammo a viaggiare su e giù per il Paese arrivando ad avventurarci perfino in Inghilterra! Honey malgrado non abbia mai vinto un premio importante ha rappresentato una buona concorrenza per gli altri cani.

La prima cucciolata

Quando arrivò il momento di pianificare la nostra prima cucciolata volemmo il meglio per Honey e nel novembre 1974 scegliemmo lo stallone il riproduttore nero focato Rhosnessney Prince Ivan of Rhybank che doveva svolgere un ruolo importante nel miglioramento delle tinte unite nel Regno Unito. Tenemmo 2 cani dalla cucciolata, uno ruby e un nero focato, che esibimmo in show come cuccioli con discreto successo.  Tuttavia dopo aver scelto di seguire questo hobby decidemmo che per progredire nel mondo delle expo, era necessario tenere solo i cuccioli belli come o più della madre. Quindi, trovammo dei bravi proprietari per i cuccioli. Un altro tentativo con uno stallone riproduttore diverso non produsse ancora la qualità che volevamo. Poiché il concetto di allevamento del cane è quello di migliorare la razza si deve stare sempre attenti a non andare indietro. Questo non era facile come pensavamo. Dovevamo ripartire da zero!!

Avendo scelto il percorso che volevamo seguire decidemmo di provare a migliorare le nostre prospettive nel mondo delle expo. Dopo aver ammirato i cani Homerbrent, avvicinammo Molly Coaker e dopo averla tormentata senza pietà nel 1977 ottenemmo Homerbrent Sun Fleur una bella e ben macchiata figlia blenheim di Ch Homerbrent Samson. Fu lei a impostare il nostro cammino vincendo 2 Reserve CCs. Fu accoppiata con il tricolore Homerbrent Flash Harry. L’ambizione di Gordon di avere un tricolore superò la mia scelta di utilizzare l’allora giovane Homaranne Caption. Esibimmo con successo il migliore della cucciolata: Craigowl Patrick Popcorn.

Poco dopo, nel 1979 ci trasferimmo nel sud dell’Inghilterra e, dopo esserci stabiliti bene, decidemmo di ampliare il nostro allevamento di femmine allo scopo di allevare le nostre linee personali. Avevamo visto il cucciolo più bello sul ring, Homerbrent Honesty ma ci era stato detto che non era in vendita. La nostra insistenza fu ripagata e all’età di 13 mesi venne a casa con noi. L’altra linea che ci aveva attratto è stata la Kindrum, avendo ammirato Kindrum Roulette e la sua discendenza. Dal momento che il nonno di Honesty era Ch Rosemullion of Ottermouth che era il padre di Roulette abbiamo pensato che non solo il tipo ma anche le linee erano compatibili. Pam Thorhill per la nostra gioia accettò di farci avere Kindrum Clover tra i cui antenati figurava Ch. Homerbrent Caption.Con queste 3 femmine blenheim, Sun Fleur, Honesty e Clover eravamo pronti a determinare il successo o il fallimento come allevatori!

craigowl cashmere

Craigowl Cashmere

Il primo campione

Nell’estate del 1981, decidemmo di accoppiare tutti e tre, tutti entro una settimana l’uno dall’altro! Sun Fleur fu accoppiata con il cane che Molly aveva ricevuto da poco dall’Irlanda, Ronnoc Rhum di Sancem, Honesty andó con Ch Homaranne Caption e Clover con Kindrum Roulette. In tutti e tre i casi, si correva il rischio di avere molti cuccioli, per questo fummo sollevati nel realizzare che ci avevano dato 3 cuccioli ciascuna.  Ne tenemmo tre. Craigowl Rumour, Craigowl Storm di Homerbrent e Craigowl Fantasy.Eravamo sulla buona strada! Rumour era lento a maturare e cosí ci facemmo persuadere a mandarlo in Nuova Zelanda.  In qualche modo ce ne siamo pentiti perchè Sun Fleur non produsse piú nulla di così bello nelle cucciolate successive. Fu grazie a Fantasy che collegammo i rami della famiglia.  Essendo stati più che soddisfatti di Storm,accoppiammo Fantasy con Caption che ci diede Craigowl Cashmere …. il nostro primo Campione nel 1984.  Ce l’avevamo fatta!

Craigowl Storm of Homerbrent stava già realizzando il suo potenziale, vincendo il suo campionato Juniores e prima di aver raggiunto i due anni e mezzo aveva già ottenuto 2 CCs (ne servono 3 per essere campione nel Regno Unito).  A tre anni decidemmo di accoppiarla con Ch Homaranne Carson, un figlio di Caption, nonostante le proteste di molti che dicevano che non sarebbe mai più tornata sul ring dopo una cucciolata.  Ma lei lo fece, e tornó sul ring vincendo prima che i suoi cuccioli raggiungessero i 6 mesi e poi continuó fino ad ottenere il titolo di Campione numero due.

CH. CRAIGOWL SILKIENCE

CH. CRAIGOWL SILKIENCE

Nel frattempo, sperando che il fulmine colpisse due volte nello stesso punto avevamo accoppiato un’altra volta Honesty con Caption.  Due cani stupendi facevano parte della cucciolata: Hoodwink e Hopscotch.  La formula funzionava.  Così non fu una sorpresa che tentassimo un altro stretto line breeding1 accoppiando Hoodwink e la sua sorellastra Ch Cashmere.  Da questa unione nacque Ch Craigowl Replica – Campione numero tre.

CraigowlDixon 

Craigowl Dixon

I fratelli, Craigowl Hopscotch of Homerbrent e Craigowl Hoodwink maturavano lentamente, ma erano fatti per durare a lungo nel ring espositivo ed entrambi ottennero i loro titoli in età avanzata.  Un amico li descrisse perfettamente definendoli i Peter Pan del mondo dei Cavalier.  Miglioravano di anno in anno.  Loro divennero i nostri Campioni quattro e cinque.  Avendo raggiunto questo punto negli accoppiamenti stretti in line breeding era giunto il momento di introdurre un outcross2.  Lo facemmo attraverso la sorella di cucciolata di Replica, Chiffon, che fu accoppiata con Ch Salador Crismark.  Il risultato fu Craigowl Chad uno stallone molto utile che ci diede il nostro Campione numero seiCh Craigowl Silkience, una delle femmine più belle che abbiamo allevato.  Fu lei che ci diede uno dei momenti di maggiore orgoglio vincendo il CC al Crufts nel 1992.  Suo figlio Craigowl Dixon vinse 1CC e 1 RCC ed è probabilmente meglio conosciuto per aver prodotto Maibee Montrose, cavalier  famoso a livello mondiale.

 Durante la metà e la fine del 1990 i nostri successi furono modesti in confronto al decennio precedente e questo sottolineó quanto fosse difficile allevare sempre i migliori cani vincenti.

CH. HAAGEN DAZS OF CRAIGOWL

CH. HAAGEN DAZS OF CRAIGOWL

Accoppiammo Dixon ad una figlia di Chad ed ottenemmo Vanilla Ice, una femmina Blenheim che fu poi accoppiata con Ch Trirayne Alexius the Great, figlio dell’influente Ch Toraylac Joshua. Uno dei cani da questa cucciolata divenne nel giugno del 2000 il nostro Campione numero setteHaagen Dazs of Craigowl. Dazs ottenne molti successi inEuropa, quando andó a stare in Olanda e in Germania.  Sarà ora evidente che fino a questo punto la figura dominante nel nostro programma di allevamento era stato “Caption”, un cane con una tale aura che la si poteva quasi toccare con mano.  Un tale magnetismo. Regale.  Gentile.  Birichino. Tante qualità tutte in uno. Come stallone riproduttore predominante3, fu unico.  Produsse 16 cuccioli campioni nel Regno Unito e figura dietro la maggior parte degli allevamenti di successo come Ricksbury, Telvara, Lymrey.

Le cucciolate del 2000

Così il nuovo secolo inizió con successo nel ring espositivo, ma sul fronte allevamento, avevamo avuto problemi con alcuni parti difficili e avevamo cercato di introdurre sangue nuovo.  Come risultato della nostra amicizia con Shealagh Waters e Bill Moffat, fummo in grado di acquisire Maibee Vienna, una femmina tricolore, che avrebbe vinto 2 RCCs e sarebbe diventata una parte significativa dei Craigowls del 21° secolo.  Scambiammo anche stalloni con con Shealagh.  Usammo il suo tricolore, Maibee McLaren per Craigowl Pretzel, un’altra figlia di Alexius the Great, e Shealagh utilizzó il nostro Craigowl Dixon. Entrambe guadagnammo notevolmente da questa soluzione.  Shealagh ottenne dalla sua femmina il cane blenheim Maibee Montrose, mentre noi ottenemmo da Pretzel una femmina tricolore, Craigowl Jennifer.  Sebbene né Montrose, né Jennifer ottennero successi nel ring, furono molto influenti nel continuo successo di Craigowl e Maibee, sottolineando che l’allevamento del cane è un progetto a lungo termine.  Montrose continua ad essere uno degli stalloni di maggior successo al giorno d’oggi, mentre Jennifer si rivelò essere la nostra “oca dalle uova d’oro”.

Risultati immagini per craigowl billy elliot

Ch. Craigowl Billy Elliot

Dalla sua prima cucciolata con un figlio di Vienna, nacquero Jarrow, Jesmond e Clara Vale, tutti tricolori.  Dopo una carriera da cuccioli di successo nel Regno Unito, Jarrow e Jesmond partirono per gli USA.  Entrambi divennero campioni, con Jarrow tra i primi 3 o 4 in tutta la nazione.  Clara rimase e continuò ad essere una femmina da riproduzione molto utile.  La seconda cucciolata di Jennifer con Miletreee Nijinsky (ora un campione) ci diede Craigowl Billy Elliot, il nostro Campione numero otto.  Fu il nostro primo campione tricolore e il nostro cane da show di maggior successo fino ad oggi.  La sua vittoria come Best in Show al Cavalier Club Show del 2005, dove vinse battendo oltre 500 altri cani, rappresentó il nostro momento più orgoglioso dalla vittoria di Silkience ai Crufts del 1992.  Billy finì il 2005 ottenendo il secondo posto come Miglior cavalier nel Regno Unito e una giovane tricolore Craigowl Vivienne, fu la seconda migliore cucciola femmina.

Note aggiunte:

1 line breeding: accoppiamento fra individui imparentati fra loro

2 outcross Per outcross in genetica si intende l’accoppiamento tra due individui tra loro non imparentati, di cui almeno uno dei due derivi da un incrocio in inbreeding o linebreeding

3 predominante l’abilità di un genitore di trasmettere tratti individuali alla prole, apparentemente ad esclusione dell’altro genitore

foto da http://www.burgstsehof.com/, http://www.cavaliers.co.uk/

 

Related Post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *