Pet Therapy: l’esperienza di Elisabetta&Sandy

Scritto da Elisabetta Manzotti
L’esperienza di Elisabetta e Sandy

 

Quando mi capita di osservare il mio cane mentre dorme……dei pensieri bellissimi nascono e  rimangono a lungo nella mia testa….si trasformano in immagini nel cuore, dove li rimangono per  sempre.

Io e Sandy da Marzo 2011 ci siamo incamminate verso una bellissima esperienza con le persone  disabili…..Non chiamo questo tipo di attività Pet Therapy, una parola della quale tanto si abusa, ma  conierei per questo NOSTRO  PERCORSO il termine….COCCOLE PELOSE.

Tramite un’ associazione della mia zona (Ancona) ho avuto la possibilità di partecipare a dei progetti  presso La Lega del filo d’oro di Osimo e l’Istituto Bignamini di Falconara M.ma.

Il primo Istituto, la Lega del Filo d’oro,  ospita persone sordo-cieche dalla nascita e non. Abbiamo  conosciuto nel tempo il simpaticissimo F., la chiacchierona  G., il dormiglione A. Sono tutti ragazzi di  età compresa tra i 30 e 60 anni…Lavorare con Sandy e con loro è stata per me un’ emozione sin da  subito. Vieni “travolta” da questa realtà così diversa dalla tua, ed il mezzo per comunicare attraverso  queste persone, fino a ieri sconosciute, è il tuo cane….quel cane che condivide con te il divano di  casa, le vacanze, il tuo tempo libero..e che un bel giorno ti dice (a modo suo) “Proviamo!Io sono una  cagnina adatta!!”

Ed è stato così….Lei si lascia toccare, si fa pettinare mentre tu aiuti A. a prendere in mano la  spazzola, sta buona, seduta sulla sedia accanto alle carrozzine (la maggior parte ha anche disabilità  motorie). Che gioia vedere il volto di F. quando scopre attraverso il tatto…che le orecchie di Sandy sono lunghe e morbidose….e la coda??? Bella, morbida e setosa…E se G. apre la mano e mette una crocca sul palmo, Sandy si fionda col suo musino umido a prenderla….chissà che sensazione si prova a toccare il tartufo di un cane di cui non si conosce l’immagine reale…..

Sono una emotiva, non posso dire di non essere scoppiata più e più volte a piangere quando poi si tornava a casa….Sia chiaro, non per tristezza…ma per l’emozione che ti sale quando ti accorgi davvero di quello che stai facendo…di quelle ore preziose che spendi per incontrare un mondo nuovo, fatto di poche cose, di cose essenziali, di vita.

E devo dire che quest’anno al Bignamini io e Sandy ci siamo fatte le ossa!!! Qui abbiamo lavorato con bambini dell’età di 6 anni, disabili gravi. Qui non si parla, non si mangia se non con la PEG (Gastrostomia Endoscopica Percutanea), non si comunica nel senso vero e proprio della parola…sta alle maestre interpretare…e spesso neanche loro riescono….Tu entri lì, e ti dimentichi chi sei, cosa fai, da dove vieni…sei lì con il tuo cane tutta per loro. Qui le interazioni non sono affatto spontanee, vanno create, spesso è stato difficile anche riuscire a crearle data la gravità dei soggetti. Ma con A., affetta da sindrome di Rett…., la meno grave e la più mobile di tutti, è stato davvero un percorso in crescendo…..Il fatto stesso di staccare le sue manine (tipico della sindrome) attraverso la presenza di Sandy nel mezzo, è stato il nostro più grande obiettivo!E dei suoi sorrisoni e degli occhi belli mentre osservano Sandy, ne vogliamo parlare? Uno spettacolo!!Ad A. mi sono davvero affezionata…è una bimba speciale, la bimba dagli occhi belli.

Ma anche A.(2)  non è da meno! Quando vede Sandy, perché nel suo caso ti accorgi che i suoi occhi si muovono per la vista del cane, e gliela facciamo accarezzare ..prendendo piano il suo tenero braccino, comincia ad intonare quelle sue canzoni dai suoni  strampalati, fatti di versi che neanche il più grande cantautore potrebbe ricreare……

E poi c’è R. di una sensibilità disarmante, R. (2) che si pizzica e ti pizzica ovunque…anche Sandy è stata molestata da lei!!!Ahhhahaha birbante R.! E tanti altri….

Ora è arrivata l’estate, i miei bimbi sono in “vacanza”…..sono i bimbi speciali di Sandy!

Grazie piccola canetta intelligente per rendere la mia vita speciale.

Betta & Sandy

Related Post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *